Android 13 Go, parola d’ordine: affidabilità

By Vincenzo Condò Smartphone Nessun commento su Android 13 Go, parola d’ordine: affidabilità

Affidabile, utilizzabile e personalizzabile

Android Go Edition arriva per la prima volta nel 2017. É una versione Android alleggerita di tutto il superfluo per poter girare in modo ottimale anche su smartphone di fascia bassa. A distanza di anni la piattaforma continua a crescere ed il progetto è più vivo che mai.

Google crede fortemente in questa branca del suo OS, forte di un mercato ben saldo e che non è intenzionata ad abbandonare. Gli oltre 250 milioni di smartphone Go attivi mensilmente sono un dato ben chiaro, riflesso di un target di utenza che non ha intenzione di sentirsi considerata di “fascia b”.

Android 13 Go Edition riceve aggiornamenti importanti sia lato estetico che lato software. Reattività sì, ma anche l’occhio vuole la sua parte: l’interfaccia grafica è basata su un Material Design personalizzabile come la controparte presente già su dispositivi di fascia medio-alta ma che evita di introdurre gli arricchimenti estetici che potrebbero minare la performance.

Il cambiamento maggiore risiede nella politica di aggiornamenti adottata per questo OS: con i Google Play System Updates, si potrà ottenere patch di sicurezza anche senza attendere la prossima major release e aumentare quindi il ciclo di vita del dispositivo. Troviamo poi i cambiamenti introdotti con Android 13: Gestione permessi notifiche, Preference di lingua per le App, il feed delle news Discover e molto altro.

Android 13 Go Edition arriverà nel 2023 con il primo dispositivo low-end con processore a 250 nanometri e sarà poi aggiornabile per tutti gli utenti di Android 12 Go.

  • Share:

Leave a comment