I produttori temono Google, secondo Amazon

By Vincenzo Condò Senza categoria Nessun commento su I produttori temono Google, secondo Amazon

Proprio ieri vi abbiamo portato la notizia della multa riservata a Google da parte del governo Indiano.

Nelle scorse ore invece, trapela parte delle interviste avvenute tra i principali protagonisti del mercato come Samsung, Mozzilla, Microsoft e l’Antitrust Indiano, per riuscire a comprendere meglio l’operato di Google.

Benché il consenso generale sia stato molto moderato nei confronti del produttore, Amazon non ha tirato il freno, andando a ruota libera sul clima che Google instaura attorno a sé:

Amazon ha cercato di stringere contatti con i produttori di dispositivi smart come ad esempio le Smart TV, per riuscire a distribuire degli Hardware su cui poter far girare Fire OS (il sistema operativo per TV di Amazon). Durante le discussioni con i produttori, almeno sette hanno indicato che la loro facoltà di poter collaborare con Amazon sono in parte o in tutto condizionate dalla paura che Google rescinda i contratti con loro e rivolgersi ad altri produttori.

Oltre a questo, Amazon rivela e conferma che Google chieda espressamente ai partner di installare Chrome e Play store nei dispositivi e farli apparire subito in home page per scoraggiare gli utenti dal cercare altre app (Amazon App Store o il browser Silk sempre di sua proprietà).

Non che Google non abbia la facoltà di farlo, tuttavia il modus operandi connota la scorrettezza di questa pratica. La ritorsione e la minaccia ad abbandonare, non favorisce un clima sano e mina profondamente gli equilibri di un mercato dinamico ed in continua evoluzione. Oltretutto Google potrebbe decidere di rilevare queste aziende in qualsiasi momento per integrarle nei propri processi produttivi, ma perché farlo quando la tua produzione richiede molti pezzi ed il fornitore non è quindi intenzionato a perdere il profitto connesso?

  • Share:

Leave a comment